Nuove Frontiere Dell’Eging

apertura eging dal belly
apertura eging dal belly

NUOVE FRONTIERE DELL’EGING

L’Eging è una delle tecniche che in questi anni si è diffusa di più in Italia: una tecnica proveniente dal Sol levante davvero affascinante, dedicata alla cattura dei cefalopodi. Può essere praticata da chiunque sia da riva sia dalla barca, ma anche con un nuovo mezzo: il belly boat.

Cos’è il belly boat?

Il belly boat è un mezzo galleggiante costituito da tubi con camere d’aria gonfiabili e una seduta. Con questo dispositivo vengono adottate delle pinne per muoversi con estrema naturalezza e semplicità. La natura di questo mezzo è prettamente per l’utilizzo nei fiumi o nei piccoli bacini, ma con le giuste accortezze è adeguabile anche al mare, soprattutto se lo utilizziamo per tecniche di pesca che non ci obbligano a grandi spostamenti (come l’eging).

Seppie dal belly boat

L’eging finalizzato alle seppie è la tecnica più comoda, fruttuosa e divertente con la quale impiegare il belly boat. Il lasso di tempo che va da inizio autunno a inizio primavera è decisamente il momento migliore per entrare in mare con questo mezzo, dato che le seppie si accostano a pochi metri dalla riva per cibarsi e poi per riprodursi. Con un paio di waders potremmo rimanere in pesca per ore senza problemi e senza soffrire il freddo, rimanendo asciutti. Un dettaglio da non trascurare è il giubbotto di salvataggio; un accessorio che può salvarci la pelle in brutte situazioni. Anche se non lo si indossa è sempre buona norma averlo con noi, magari in qualche scompartimento del belly boat, come dietro la seduta.

cefalopode catturato ad eging da bellyboat

 

Come ingannare le seppie

Gli artificiali che impieghiamo per pescare i cefalopodi, sono chiamati Egi (da qui deriva il nome della tecnica). Gli Egi possono essere di varie misure e colori; varianti che creano diversi dubbi in molti appassionati.

Vediamo di fare un po’ di chiarezza su misure e colori.

Quale misura?

Parlando di misure, le più comuni e utilizzate che troviamo sul mercato sono quelle che vanno da 2.5 a 3.5 egi.

Le misure più piccole come la 2.5 sono raccomandate soprattutto ad inizio stagione, quando le seppie non sono ancora di grandi dimensioni e quando ci troviamo in condizioni di poca attività.

La 3 è la misura più funzionante e redditizia che può essere utilizzata per tutta la stagione.

La 3.5 è un artificiale di dimensioni abbastanza importanti. Il suo impiego è ottimale a fine inverno/inizio primavera quando le seppie sono di grandi dimensioni.

Totanare varie misure

 

Un labirinto di colori!

Ogni volta che guardiamo i cataloghi di varie aziende o le pareti di negozi, ci perdiamo nella grande vastità di colori e sfumature di questi artificiali, imbarazzandoci davanti alla scelta.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza…

La scelta dei colori è determinata da diversi fattori che sono:

Attività dei cefalopodi, Luce, Colore dell’acqua.

Più l’acqua è limpida o poca attività più andrò verso colori naturali o comunque scuri.

Più l’acqua è torbida o molta attività più andrò verso colori accesi.

Oltre ai colori esterni, molti Egi, come le Yamashita, hanno una base di colore interna che risulta ancora più importante della livrea esterna, aumentando il proprio cromatismo a contatto con l’acqua.

Gamma colori per le totanare

Match the light

Con il fattore luce, invece, lega più il colore interno dell’artificiale.

Il colore interno dell’Egi dovrà essere sempre il più similare possibile a quello del sole.

Partiamo dal sole in posizione di mezzogiorno a scendere:

  • Mezzogiorno: Argento/ rainbow (spesso è un jolly)
  • Mattina/pomeriggio: oro
  • Alba/tramonto: arancione e rosa
  • Notte: rosso o glow

Colori delle totanare in base alla lue solare

Canne, mulinelli e fili

Per la pesca ad Eging ci sono degli strumenti studiati appositamente, che ci aiutano a lavorare, ferrare e combattere i cefalopodi al meglio.

Riguardo i mulinelli le taglie perfette sono la 2500 e la 3000. Andremo ad imbobinare i nostri mulinelli con un trecciato. Il trecciato è molto sensibile e di conseguenza trasmette alla canna qualsiasi tocca. Il libbraggio ideale va dalle 10 lb alle 15 lb.

Alla nostra treccia andremo a collegare un leader in fluorocarbon per avere più resistenza agli urti, visto che spesso ci troviamo in presenza di incagli o scogli, e anche per avere una minore visibilità in acqua. Il diametro del nostro fluoro può variare tra lo 0.25 mm e lo 0.30mm, a seconda della zona in cui stiamo pescando.

Relativamente alle canne il discorso si fa più interessante, poiché esistono dei modelli appositi per questa pesca. Si tratta di fusti abbastanza lunghi, che di solito variano tra i 2.10 mt (7 ft) e i 2.60 mt. (8’6” ft).

 

Adesso non resta che mettersi le pinne e andare a ferrare qualche bel cefalopode!

Roberto Lancia

Offerte

Campersun il miglior amico del tuo camperPescaplanet Negozio Vendita Online

Be the first to comment

Leave a Reply